IN ITALIANO




Treviri-Ascoli: Due città si associano

Il gemellaggio tra la città italiana di Ascoli Piceno e la città più antica della Germania esiste da più di 45 anni. Fu nel 1958 che queste due città ricche di storia decisero in forma solenne di unirsi. La finalità di questo collegamento al di là delle Alpi è 'consolidare la stima reciproca e annodare legami più stretti tra due bellissime città antiche per giungere ad una vera e propria amicizia'.

Tuttavia, i primi contatti tra le due città risalgono all'anno 1702. La leggenda dice che Sant'Emidio che vide la luce a Treviri, giunse in epoca romana attraverso Milano ad Ascoli Piceno per operarvi in modo caritatevole da vescovo. Un altro punto che accomuna le due città sono i monumenti di epoca romana. In effetti, ancora oggi esistono dei ponti tuttora funzionanti sin dall'età dell'Imperatore Augusto.

Tanto più la costituzione del gemellaggio tra Treviri ed Ascoli Piceno fu accolta con entusiasmo dopo le tremende vicissitudini della Seconda Guerra mondiale – tanto meno eccezionale fu il tran tran quotidiano di questa cooperazione. E a volte, quest'unione cadde persino nell'oblio. A parte qualche attività temporanea, l'alleanza sopravvisse soprattutto grazie agli scambi scolastici che mantennero vivo il legame tra queste affascinanti città.







indietro